venerdì 2 ottobre 2015

Crostata al latte di mandorle

blog . food. foodies.



...pensando e ripensando a cosa scrivere in questo post che arriva dopo tanto tempo, mi è passato molto per la mente...Sono stati mesi pieni di tutto... preoccupazioni di salute per la mia famiglia e per me, distrazioni con qualche viaggetto, tanto cibo consolatorio in mezzo... anche se sul blog non si è visto, ho cucinato molto, ho girovagato tra colline, mare e montagna... un bel  giretto in Toscana, qualche giorno in Sicilia e qualcuno di più ( sempre troppo pochi, a casetta in Calabria )...
Fronte blog  ho avuto una sorta di blocco e rifiuto del meccanismo. 
Dicevo sempre " con tante cose da pensare e da fare che hai, chi te la fa fare ad accendere il computer, fotografare con la luce giusta questa o quella ricetta, cucinare cose nuove praticamente per aggiornare il blog..." Ho letto anche di tante persone che  dietro la frase che io per prima ho ripetuto spesso " cose da foodblogger", ha ingolfato giornate già piene con obblighi non scritti, ma che fanno parte del mondo foodblogging, dove la cucina, in questo caso, passione e forza motrice,  diventa delle volte solo una parte molto marginale. Ci sono le foto, i social ,le visite, la varietà della proposta. Quindi prima di cadere in tentazione e snaturare il vero ed unico motivo per tenere questo spazio, ho ripensato che per me Matrimonio in Cucina è un luogo virtuale che racconta in modo molto pratico  solo una piccola parte della mia cucina, dei miei affetti, di quello che mi piace. Una sorta di scatola di ricette moderna con  briciole di me stessa  che mi fa piacere  pubblicare e condividere tra  tante altre ricette cucinate di volta in volta con spirito diverso...di corsa perchè trafelata dalle corse di ogni giorno oppure dalle ansie della vita oppure  spinta dalle gioie di un attimo in cui tutto torna e ti pare in perfetto equilibrio. 
Quindi eccomi qui di nuovo, con il pomeriggio giusto per il pc, fa freddo e piove.
La crostata che pubblico è molto golosa e sana.
Buona merenda, colazione e spuntino a quanti la rifaranno nel calduccio della propria cucina.


sabato 6 giugno 2015

Tartufini di ricotta e carote

blogger, foodbloger, foodie, bio, km0



...questa ricetta arriva dalla piccola collaborazione con Dalani che in occasione dell'estate, propone i 10 ingredienti che tutti dovremmo utilizzare perchè ci assicurano vitamine, sali minerali e allegria durante le calde ed afose giornate della bella stagione.
Io ho pensato alle carote per un fresco dolcetto per un fine pasto goloso. 
I tartufini che ho preparato si preparano davvero in pochissimi minuti, senza cottura, ma solo con buoni e sani ingredienti. Di seguito la ricetta. Buona dolce pausa a tutti!!!




Cate m, Blogger



Ingredienti:

dosi per una decina di tartufini ( li ho fatti delle dimensioni di una pallina da ping pong )

 250 ricotta vaccina bio di buona qualitò
150 g di carote lesse 
50 g  di mandorle con la pellicina 
150 g di granella di nocciole
i semi di una bacca di vaniglia
la buccia di un limone bio
4 cucchiai di crusca intgrale di avena + 1 cucchiaio per l'esterno
1 cucchiaio di miele millefiori
1 cucchiaino di zucchero di canna



Cate M foodblogger


Preparazione


Spuntare le carote, pelarle con un coltello oppure un pelapatate e metterle a bollire in una pentola con poca acqua per una ventina di minuti.
Scolarle una volta cotte, ridurre in purea con una forchetta ed un passino e lasciare raffreddare.
( la purea di carote deve essere fredda, per cui questa operazione si può fare anche un giorno prima avendo cura di far scolare bene le carote in modo che risultino ben asciutte).

Mescolare in una ciotola, la ricotta, la purea di carote, le mandorle sminuzzate, 4 cucchiai di crusca di avena, la buccia grattuggiata di un limone bio, il miele e i semi della bacca di vaniglia ( si ottengono incidendo per il senso della lunghezza la bacca ed estraendo il suo interno con la punta di un coltello) .
In un piattino fondo mescolare le nocciole, un cucchiaio di crusca e lo zucchero di canna.

Ottenere delle piccole palline e far ruotare nel piattino con le nocciole.
Disporre su un vassoio e lasciare in frigo qualche ora prima di servire.

Ideali per la merenda dei bimbi oppure il fine pasto degli adulti che possono accompagnarli anche con un bicchierino di vino passito.

Conservare in frigorifero per massimo due giorni.

Cate M; foodblogger



domenica 15 marzo 2015

Agnolotti ripieni di mortadella, speck e ricotta con sughetto di funghi piccanti al vino bianco

agnolotti, funghi, foodie, foodporn


...e finalmente rieccomi qui!!! Da quanto tempo!!! Tante idee, tante ricette e sempre poco tempo per pubblicarne qualcuna. Sembra nulla, ma un blog esige tempo, cura e quasi devozione a voler esagerare...ne sa qualcosa solo chi ne ha uno e per tutti gli altri resta un mistero incomprensibile. Mi diverte osservare sia chi ha un blog, sia chi non ha la più pallida idea che esistano queste realtà: si impara dagli uni e dagli altri.  Mi stanno più simpatici quelli che godono di leggerezza ed ironia. Quelli che lasciano sempre la porta aperta e non assolutizzano tutto. Se si parte da certezze si ha poco spazio per imparare, invece se si guarda il mondo cercando  i mondi possibili con curiosità, tutto diventa  una fornace di novità da gustare voracemente...
Torniamo alla ricetta di oggi: scenario, domenica. Cucina, fuori vento gelido, ma uno splendido sole. Quindi luce meravigliosa e soffusa in cui impegnare tutta la famiglia a lavoro per  un piatto unico, ricco e robusto. Buon appetito da Matrimonio in Cucina!!!


domenica 15 febbraio 2015

Margherite di frolla con avena e latte condensato

blog, biscotti, foodblogger

...dopo tanti giorni di assenza dal blog, finalmente rieccomi qui a postare una delle mie solite ricette semplici, confortevoli e rassicuranti,  di quelle che vanno dritte al cuore di chi le mangia e di chi le fa...Chissa' perchè mi piaccia così tanto far biscotti...lo trovo un rifugio che ha il sapore di atmosfere calme che infondono la sicurezza di gesti basici di estremo amore come l'abbraccio di una nonna o la carezza di una mamma...Con pochi passaggi che scaricano le ansie di una giornata, ci si assicura la colazione per una settimana. Quindi un risveglio che parte con un prodotto  fatto in casa con pochi elementi e niente di artefatto,  ti mette in pace con la tua coscienza visto che credo fermamente che " siamo quello che mangiamo". I tempi stretti , contorti, vorticosi che le vite frenetiche di questa assurda modernità impongono, hanno fatto quasi dimenticare piaceri basilari, ma la moda che trita e ritrita corsi e ricorsi storici e di costume, ha fatto tornare in auge un certo tipo di approccio al cibo, agli ingredienti, alle tecniche di cottura che preservano la materia prima...
Il profumo di pane, di biscotti o di brioche che invade tutta la casa, per me è evocativo di momenti pieni di affetto, di tempi lunghi e pazienti in cui si pregusta un certo risultato... uno dei tanti  motivi per cui mi piace perdermi tra sbuffi di farina e libri di cucina.
Un caro saluto a quanti passeranno a trovarmi. Buona colazione.


lunedì 2 febbraio 2015

Cheesecake Bio in barattolo

Cheesecake Bio in barattolo


...e allora eccoci qui: in Dicembre ho avuto l'onore di essere pubblicata sulla la Rivita Gusto Sano con questa ricetta. Una cheesecake in barattolo da servire ad pic nic oppure semplicemente a tavola dopo un fine pasto per deliziare il palato con consistenze, profumi e colori energetici!!!
Quindi per chi se la fosse persa...


mercoledì 28 gennaio 2015

Torta di zucca, agrumi e zenzero

torta di zucca, agrumi e zenzero


...avrei dovuto scrivere questo post domenica, ma poi mi sono concessa un pò di tempo da dedicare a letture per cui non c'è mai abbastanza  spazio...la giornata era quella giusta e si stava proprio bene in casa al calduccio con il sole che entrava dalla finestra!!Il suo colore  aiuta tanto l'umore. Non cambia le giornate, ma aiuta. Dà la forza, la spinta e  la carica per tentare di essere ottimisti e vedere le cose con una marcia in più.
Il post in effetti non è sulle proprietà benefiche del sole, ma sulla torta di zucca che vi presento.
Non per essere ripetitivi, ma una fettina di questo dolce umido, profumato e speziato, con un buon libro e un pò di sole, è una coccola che dà energia ed equilibrio. Per cui, non c'è motivo per rimandare. Tutti ai fornelli per un dolce sano e ricco con un meraviglioso ingrediente di stagione.


sabato 17 gennaio 2015

Lasagna con yogurt greco, radicchio, funghi,passata Mutti

Lasagna con yogurt greco, radicchio, funghi,passata Mutti

...buon sabato a tutti!!! In realtà la ricetta della lasagna che presento, ha tutto il sapore di un primo piatto della domenica. La sua preparazione è molto rapida non dovendo preparare nè ragù nè besciamella. Oserei dire che è anche più leggera e si mangia a cuor leggero in un classico momento detox del dopofeste!!!E' così semplice da preparare che va benissimo alla fine di una lunga giornata in cui si sente il bisogno di consolarsi con cibo buono e sano. Un caro saluto a chi passerà da qui.


domenica 11 gennaio 2015

Arancini di riso, patate, ricotta, mozzarella ed erbette

arancini, riso, patate, aperitivo, buffet


...insomma siamo nel 2015!!! Se dico che sento il tempo che vola divento troppo retorica, scontata e banale? Può essere, infatti non lo dirò, ma sappiate che lo penso. Non mi dilungherò neanche in bilanci di fine anno e promesse per quello nuovo. Poi divento malinconica, melensa e tendenzialmente sdolcinata. Potrei dilettarvi con l'elenco delle medicine prese per questa influenza infinita che non passa più!!! I medici lo dicono e parenti, amici e conoscenti confermano che bisogna avere pazienza e convivere con tosse, febbre, dolore alle ossa, annessi e connessi. Oltre il fastidio della tosse e il forte mal di testa incessante, la cosa più fastidiosa (e qui torniamo al tema della cucina) in tutto questo, è stata la mancanza di olfatto. Oggi dopo tanti giorni, riesco a sentire gli odori e sembra un evento di portata epocale!!! Senza olfatto non si ha idea di quello che si mangia, che si beve,  che si cucina. Zero. Out. Impressionante. La conquista di oggi quindi, è sapere di nuovo che sapore e odore hanno le cose!!!Alleluia.
 La ricetta degli arancinetti di patate, ricotta, riso, erbette  e mozzarella, aspettava di essere pubblicata da un pò di tempo. Direi che oggi, domenica di recupero influenzale e pigiama ad oltranza,  la giornata si presta  per postare la prima ricetta dell'anno. 
Quindi, arancini e un meraviglioso anno nuovo con solo cose belle per tutti...


mercoledì 24 dicembre 2014

Pizza Gourmet con mascarpone nell'impasto

pizza, gourmet, mascarpone, pesto di capperi
... insomma, siamo arrivati anche quest'anno alla vigilia di Natale!Prima che inizi a ripetere retoricamente che il tempo vola e non mi sembra siano passati 365 giorni  dall'ultima natività passata con 39 di febbre fissa e costante, sarà il caso che io faccia un mea culpa per essere stata così assente dal blog: una settimana abbondante e zero ricette e/o  post in tema con il periodo! Non è una trovata anticonformista, ma semplicemente mancanza  di tempo fisico e mentale...quando  il cuore, le mani e la mente sono impegnati in altro, non c'è calendario che tenga... Adesso scrivo il mio post dal treno: Roma arrivo!!! E poi Reggio arrivo!!! Questo giro niente aereo, ma classica freccia argento  che almeno mi fa guardare un pò di panorama, mi consente di tenere acceso il telefono e ha quasi gli stessi tempi dell'aereo tra controlli e imbarco (almeno fino a Roma certo....!!!)
...Oggi è una giornata nebbiosa e fredda, a breve inizierò a vestirmi come l'uomo delle nevi, non ne posso più di essere sempre lì a lamentarmi dell'inverno. In ogni caso, la ricetta di questo post, si adatta ad una festa, che sia Natale, Capodanno, un buffet di una domenica qualunque, vale la pena di provarla, è molto semplice, delicata e saporita. Ho usato anche qualche cucchiaino di nduja, ma volendo si può omettere e rendere la pizza vegetariana...Non mi resta che fare gli Auguri più sinceri a tutti quelli che passeranno dal blog in questi giorni... Un caro Augurio. Buon Natale!!!


giovedì 11 dicembre 2014

Brownie al cioccolato fondente e frutta secca



...potrei tediarvi con tanti pensieri che si interpongono tra me e queste Feste ( ???) in arrivo, ma non sarebbe giusto per nessuno, perchè la premessa del blog è trovare un angolo di serenità come mi sono sempre detta. Per cui, così sia e si parli di cristalli zuccherini che con questi brownie allietano la colazione per qualche giorno ( se non si è troppo golosi da far fuori tutto prima )...
l'origine dei brownie è americana, qualcuno la rimanda alla città di Boston e nella maggior parte dei racconti, l'origine è da ricercare nella festa di Halloween e nei dolcetti che si preparano in occasione dello scambio di dolciumi, scherzetti e spiritelli che fluttuano nella notte di Ognissanti...
Di sicuro, si può dire che si tratta di una torta soffice che si taglia in cubotti da spolverare di zucchero a velo, che si presta ad infinite varianti e che per me che amo il cioccolato fondente, fa rima con momento di dolcezza cioccolatosa che mi dia carica ed energia per essere positiva o tentare di esserlo anche quando non si è così naturalmente...quindi bando alle ciance e via a pesare gli ingredienti...


giovedì 4 dicembre 2014

Ragù di zucca, broccoli, datterini Mutti e anacardi croccanti

Autunno, zucca, broccoli, ragù


...vediamo, cosa scrivo in questo post...potrei parlare di tante cose in effetti, ma stavo pensando che di fatto, sono una riservata, che non mi piace vivere sulla piazza e che ritengo che serva un certo pudore in tutto, ma di fatto ho un blog, che forse per definizione, esprime il concetto contrario...Si può avere un blog, essere "social" e ricavarsi un pò di vita privata? Io direi che si può fare e forse, proprio il mio blog, mi rappresenta, perchè mi pare sia fatto proprio così.
Tenderei a raccontare e raccontare e potrei anche essere logorroica, parto da una buona base e sono una che parla anche con i muri, ma negli ultimi anni soprattutto, ho scoperto anche che molte volte non bisogna per forza raccontare, e ammiro chi socializza senza dire praticamente nulla della propria vita privata, o almeno non la sbandiera ai quattro venti...
Tornando alla ricetta, posso dire che senz'altro è da provare perchè combina sapori e consistenze. L'autunno sposa l'estate con i datterini Mutti conservati con rigore e metodo, gli anacardi danno la nota croccante, lo speck quella sapida. I protagonisti indiscussi restano i broccoli e la zucca.


venerdì 28 novembre 2014

Torta Margherita

cake, soffice, swet, torta, torta margherita


...sarò ripetitiva, ma che a me l'inverno non piaccia, non è un mistero...il freddo che congela tutto, il buio che arriva poco dopo le quattro del pomeriggio, l'obbligo di infagottarsi prima di uscire anche solo per svuotare la cassetta delle lettere, proprio no, mi fanno solo desiderare  spiagge assolate, mare blu e infradito comode e calde!!! Il cibo in questi casi ha un grande potere consolatorio e una torta margherita come quella che vi propongo in questo caso, aiuta: iniziare la giornata con un caffè bollente e un dolcetto che è un grande classico, può incoraggiare ad affrontare il gelo, la pioggia e i settantamila strati di vestiti di cui bisogna munirsi per non restare ibernati...



martedì 25 novembre 2014

Torta tricolore con porro caramellato all'aceto di pomodoro Mutti




...ogni tanto una piccola soddisfazione ci vuole: con questa ricetta, inizio la mia collaborazione con Mutti. Inutile dire che la cosa mi rende orgogliosa perchè ho sempre ritenuto quest'azienda un simbolo di qualità e varietà nel suo settore!!!Suona tanto di sviolinata piaggeria, ma devo dire che è proprio vero e per esempio,  il ragù fatto con il doppio o il triplo concentrato di pomodoro è sicuramente impareggiabile rispetto ad altro tipo di prodotto...Quindi eccomi qui. Ho preparato una semplice e robusta pasta brisèe con la farina di segale, ho caramellato il porro con zucchero di canna ed aceto di pomodoro Mutti e ho completato la quiche con succosi pomodorini di collina, broccoli di stagione e formaggio spalmabile. Devo dire che l'aperitivo è stato un successo e ne sono rimasta molto soddisfatta. Si vive anche di tante piccole piccolissime gioie. 


venerdì 21 novembre 2014

Ciambelline con frumina al rum

cake, sweet, foodblog


...io sono una che parla tanto in effetti, ma in certi momenti, sono a corto di parole...dipende un pò dalle circostanze, dagli accadimenti, dagli umori...spero sempre in periodi migliori per tutti e mi piacerebbe che si smettesse di pensare che mal comune è mezzo gaudio: gaudio de che!?Se uno sta male, dico io, che beneficio può trarre a sapere che qualcun altro ha pensieri e soffre per altre cose!? Questa cosa non l'ho mai capita davvero!!! In ogni caso, lo so che questa riflessione, con le ciambelline, ci azzecca come i cavoli a merenda, ma essendo il mio blog, mi concedo la licenza di scrivere un pò quello che penso e quando lo penso ( e altrimenti che gusto c'è no :-) )...
dicevamo, ciambelline: era anche questo un vecchio incarto tenuto come segna libro di volumi di  cucina, quindi facendo ordine, ho pensato di cestinare l'incarto e di pubblicare la ricetta che è molto semplice e promette sofficità per tanti giorni a venire. Per i golosi compulsivi, c'è anche l'opzione di riempire il buco della ciambella con marmellata, lemon curd, crema nocciola, gelato o cioccolato fondente sciolto per qualche secondo al microonde...non resta che mettersi ai fornelli...


giovedì 13 novembre 2014

Frittata di sardine


...intanto che scrivo questo post ho le mani congelate e quasi quasi una bella tazza di cioccolata calda, mi potrebbe allettare di più, ma non si vive di solo cioccolato purtroppo... la ricetta che vado a pubblicare  è tutt'altra: ho preparato una frittata di sardine freschissime, leggermente passate nella semola prima  e nell'olio caldo dopo, abbinate ad una frittata cotta in forno in mezz'oretta!La frittata al forno si gonfia come un soufflè più dietetico visto che non ha la besciamella!Così in una cena di pesce, questa frittatina può essere un aperitivo rustico e saporito, magari se accompagnato da pane caldo croccante integrale!!!


venerdì 7 novembre 2014

Biscotti al doppio cioccolato di Donna Hay


Biscotti al doppio cioccolato d Donna Hay, cookies, recipe, ricetta

...stavo pensando a cosa scrivere per presentare questi biscotti, lo stavo meditando intanto che leggevo il bugiardino (foglio illustrativo) dell'ultimo antinfiammatorio che si sta occupando della mia antipatica cervicale, ed allora mi è venuto in mente che questi cookies, potrebbero essere presentati proprio come un farmaco, perchè sono curativi!L'effetto dura solo  il tempo dello spuntino certo, ma direi meglio di niente...quindi... categoria farmaceutica antidepressivi; principio attivo cioccolato in tutte le salse, interazioni non note, modalità di impiego, a colazione, pranzo, cena, merenda, mezza mattina, metà serata, e nella posologia dettata dal momento. Controindicazioni: possono nuocere gravemente al peso indicato con cattiveria dalla vostra bilancia. Effetti desiderati: euforia iniziale, ottimismo, energia e pensieri positivi. Da tenere fuori dalla portata e dalla vista dei bambini per evitare che li finiscano in un batter baleno prima che possiate mangiarli voi ^_^ 


martedì 4 novembre 2014

Crostata salata con zucchine, emmenthal, speck e crema di yogurt

Crostata salata con zucchine, emmenthal, speck e crema di yogurt

...sarò banale, ma a me le torte salate piacciono molto. Mi danno soddisfazione perchè si preparano con poco, si possono mangiare anche sul divano senza fare troppe briciole in giro e vanno bene per le giornate in cui bisogna consolarsi un pochino sgranocchiando un insieme di sapori cremosi e appaganti...


mercoledì 29 ottobre 2014

Digestive al miele, avena e limone

Digestive, Biscotti, Biscotti inglesi, Biscotti Digestive con Avena


...i Digestive sono i biscotti inglesi più conosciuti in ogni dove!!!Gli inglesi li usano sia a colazione con marmellate e miele, sia nelle merende salate con formaggi e salumi...In principio, il panettiere Robert Mc Vitie Jr nel 1830, aveva ideato questi biscotti con il bicarbonato,  da lì probabilmente il loro nome. Oggi, è persino indicato sulla scatola di quelli confezionati che il loro nome non ha alcun riferimento alla possibilità di agevolare la digestione...In ogni caso, sono gustosissimi biscotti, non contengono uova, sono deliziosi come base di sontuose cheesecake e si mantengono perfettamente se conservati in una cara vecchia scatola di latta da cui attingere al momento di bere una bella tazza di latte caldo oppure the bollente!!!


venerdì 24 ottobre 2014

Focaccia al sale integrale



lievitati, benessere, salute, gusto, pic nic, aperitivo, focaccia, recipe, ricetta





































...da un pò di tempo compro il sale integrale, sia fino, sia grosso, il principio è sempre lo stesso: provare una cucina che sia fatta di ingredienti che fanno bene! La ricetta di questa focaccia arriva dall'incarto del sale, in cui, oltre agli ingredienti e al procedimento, si spiega che integrale significa che non è stato raffinato o trattato, quindi ha mantenuto  tutte le sue proprietà organolettiche perchè ottenuto dall'evaporazione dell'acqua marina in modo naturale...



lunedì 20 ottobre 2014

Pan brioche salato con crema di zucca

Pan brioche salato con crema di zucca



...quando arriva l'autunno, la zucca diventa onnipresente nella mia cucina...sarà il colore, sarà la dolcezza, sarà quella sensazione di cibo sano che sprigiona, sta di fatto che provo a metterla dentro ogni ricetta che preparo. E così, dovendo preparare il pan brioche, ho pensato bene  di attingere alla super collaudata ricetta del pan brioche salato delle Sorelle Simili, a cui ho aggiunto una delicata cremina di zucca,  parmigiano e pepe, una spolverata di sesamo in superficie e il risultato è stato un sofficissimo pane da gustare in tutta la sua morbidezza. Io l'ho voluto abbinare ad un formaggio a pasta dura stagionato 24 mesi e marmellata di pere, ma si presterà a infinite varianti e combinazioni a seconda dei gusti di ognuno...