lunedì 19 novembre 2012

Polpette di carne

Polpette di carne
..Eccole qui, le polpette fritte!!!La scelta di inserire le polpette all'interno della categoria antipasti, non è casuale: sarebbero perfettamente un piatto unico, oppure un secondo da servire con qualche sana verdura, ma in questo caso, per me, diventa d' obbligo questa collocazione. Nei pranzi della domenica, dalle mie parti, le polpettine di carne
fritte, sono nientepocodimeno che un Aperitivo!!! Ebbene si, si apre il pranzo all'insegna della leggerezza.




Ingredienti:

Dosi per circa una quarantina di polpette della grandezza di una noce

- 250 gr di carne di manzo
- 250 gr di carne di maiale
- 150 gr di grana grattugiato
-70 gr di pecorino romano grattugiato
- 2 uova
- 1 panino raffermo con poca crosta 
- 150 gr di pan grattato
- 3 bicchieri di acqua naturale ( 2 per ammorbidire il pane, uno per umidificare le mani)
- 1 spicchio di aglio tritato finemente
- 1 ciuffo di prezzemolo tritato finemente
- sale, pepe nero e olio qb






Polpette di carne













In una piccola ciotola, ho versato due bicchieri di acqua naturale e vi ho fatto ammorbidire il panino raffermo. In una ciotola capiente, ho versato tutti i miei ingredienti: il pane ammollato in precedenza, la carne di maiale, la carne di manzo, i formaggi, il prezzemolo tagliato finemente, l'aglio tritato sottilissimo, in modo da dare sapore, senza  appesantire la preparazione, le uova, il pan grattato,  il sale, il pepe.



Polpette di carne
 












A questo punto, ho amalgamato bene l'impasto, ho ottenuto un prodotto compatto, morbido, asciutto, ma non secco, da poter essere lavorato per poter formare tante piccole palline.
Ho messo sul piano da lavoro, un biccchiere di acqua: l'ho utilizzato per inumidirmi l'interno delle mani, tra una polpetta e un'altra.
Messe le mani a conca, ho formato tante polpette, fino all'esaurimento del preparato.
Ho preso una padella dai bordi piuttosto alti, ho versato abbondante olio extravergine di oliva, ho lasciato che si riscaldasse ed ho inserito una per volta le polpette. Ho atteso quanche minuto e ho girato una polpetta per volta, facendo attenzione a non romperne nessuna durante questa fase.
Ho impiattato e le ho servite ancora bollenti.

Note

Le polpette sono buonissime anche fredde.

Eventuali rimanenze, possono essere smaltite improvvisando una ricca pasta al forno con un pò di formaggi, salumi  a piacere e le polpettine, oppure "immergendole" in una veloce salsa al pomodoro fatta per condire la pasta o il riso.

L'olio che preferisco per friggere, resta in assoluto, l'olio extra vergine di oliva.
Naturalmente, a seconda delle proprie abitudini, si può scegliere l'olio che si preferisce per le fritture.
Una volta, per esempio, ne ho dovute preparare una quantità piuttosto importante, per cui, ho creato l'effetto " friggitrice": ho usato una pentola dai bordi alti, ho versato metà olio extra vergine di oliva e metà olio di mais, anche qui, ho atteso che si raggiungesse la temperatura adatta e ho fritto.

Si raggiunge la temperatura adatta alla frittura quando inserendo il prodotto all'interno dell'olio, si creano tutto attorno, tante bollicine: è quello il momento di procedere.

1 commento:

  1. bontà queste polpette! grazie per la ricetta.
    Andrea

    RispondiElimina

Grazie mille per la Tua visita su Matrimonio in Cucina.
Sarò felice di rispondere a commenti, curiosità, domande o semplicemente ai Vostri saluti ^__^