mercoledì 1 ottobre 2014

Coniglio piccante con mandorle ed olive taggiasche

Coniglio piccante con mandorle ed olive taggiasche
...con il coniglio ho sempre avuto un rapporto controverso...di fatto sono onnivora, ma per alcune carni ho sempre avuto una certa resistenza...ho passato anni a non mangiare coniglio e ora, solo da qualche tempo ho ripreso ad assaggiarne piccoli pezzetti tutte le volte che lo preparo io o mia madre...lo so che è un modo di porsi un pò  incoerente, perchè o si decide di essere vegetariani, oppure non bisogna fare distinzioni: mi sono detta , che cos'avrà di meno la mucca o il maiale rispetto al coniglio o altri animali che normalmente troviamo sui nostri menù???!!!!??? La risposta è stata, niente!!! E così, un orientamento "consapevole" mi porta a mangiare poca carne e  pochi salumi, variando molto l'alimentazione con tanta frutta e verdura. Ho iniziato a far la guerra a prodotti da supermercato che si presentano salvifici ed invece sono idrogenati sotto mentite spoglie e sigle nascoste nell'etichetta... le amiche sanno che faccio la guerra alla margarina e al finto rimando salutare con l'aggettivo " vegetale "...i salumi che compro devono essere senza questo e senza quello, ma soprattutto senza nitrito di sodio e potassio... cerco sempre la fattoria vicina in modo da non impattare sull'inquinamento con i trasporti...insomma, mi sforzo di rendere i nostri pasti sia un piacere, sia un momento che faccia bene alla nostra salute, o quanto meno, faccia il meno male possibile...ci si prova!!!




Dosi per  persone

Ingredienti 

4 cosce di coniglio
5 patate medio grandi
50 g di olive taggiasche
50 g di mandorle a lamelle
1 peperoncino piccante
1 spicchio di aglio
1 rametto di rosmarino
6 pomodorini piccadilly
1 spicchio di aglio
1 cipolla dorata
1 bicchiere di vino bianco
sale, olio extravergine di oliva, pepe nero qb



Coniglio piccante con mandorle ed olive taggiasche


Preparazione

Sbucciare le patate e sciacquarle sotto l'acqua corrente. Tagliare  le patate a spicchi e mettere in una ciotola con dell'acqua che le ricopra. Tenere un attimo da parte .

Accendere il forno a 200 °.

In una padella con un filo di olio, rosolare le cosce di coniglio con uno spicchio di aglio.
Deglassare con mezzo bicchiere di vino bianco.

Trasferire il coniglio in una pirofila da forno compreso il sughetto creato con il vino in padella.
Aggiungere nella stessa pirofila la cipolla tagliata a listarelle, i pomodori tagliati a metà ed il peperoncino tagliato a rondelle.
Infornare per 10 minuti.

Coniglio piccante con mandorle ed olive taggiasche

Trascorso il tempo, sfornare, aggiungere le patate scolate dall'acqua, altro rosmarino, il sale e un bel giro di olio. Infornare per 35-40 minuti.

Quindi sfornare, aggiungere le olive taggiasche e le mandorle a lamelle. 
Infornare qualche minuto solo con il grill acceso per consentire alla mandorle di prendere colore, e servire impiattando le coscette con le patate, le verdure di cottura e le mandorle sopra.

Coniglio piccante con mandorle ed olive taggiasche


33 commenti:

  1. Deve essere buonissimo! Comunque ti capisco, io cerco di autoprodurmi qualsiasi cosa: formaggio, pane, yogurt,pasta, merende varie, biscotti e quant'altro. La carne? La compro ma solo pollo e tacchino. Il resto lo faccio acquistare da mio marito dove lavora ( è macellaio )e poi ce la lavoriamo a casa, producendo salsiccia, hamburgher, fettine e tanto altro. Ultimo nato ma non ancora pronto, un prosciuttino fatto con la lonza di maiale..... e adesso proverò il tuo coniglio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Elena!!!Che meraviglia fare tutto in casa!!!Bravissima, complimenti!!!!

      Elimina
  2. Che belle foto!!!! Amo le patate in tutti i tipi di cottura!!! amo le patate e basta!!! ma io amo anche il coniglio!!!!!

    RispondiElimina
  3. Purtroppo sono carnivora e amo pure il coniglio.....questo fato così dev'essere strepitoso.

    RispondiElimina
  4. l'ultima foto mi piace tantissimo!!! <3

    RispondiElimina
  5. Anch'io cerco di fare da sola il più possibile e abitando in campagna ho anche l'orto, che d'estate aiuta non poco (d'inverno no, non sono ancora attrezzata...) arriviamo infatti di questi giorni che ormai odio zucchine e melanzane e ancora ne ho nel frigorifero...
    E anch'io ho un rapporto strano con il coniglio: mia madre lo ha sempre preparato e io lo mangiavo, come ogni carne. Poi quando sono venuta via di casa per tanto tempo è mancato dalla tavola. Qualche anno fa l'ho preparato ma non mi è piaciuto, probabilmente colpa mia, quindi ora copio la tua ricetta che ha l'aria davvero buona e ci riprovo, io non mi arrendo!!!!
    Un sorriso
    Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Anna, grazie mille per aver condiviso il tuo pensiero sul mio blog. Un abbraccio. A presto.

      Elimina
  6. io non mangio il coniglio, ma solo perché mangio poca carne, non sono vegetariana, fin da piccola ho sempre preferito mangiare frutta e verdure, anche io ho cominciato la mia guerra a tutto ciò che fa male che vendono al supermercato sotto mentite spoglie... per cui ti capisco!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Angela, per fortuna siamo in tanti a tentare di fare una spesa sana ed intelligente. Più passa il tempo, più mi convinco che potremmo essere davvero ciò che mangiamo...

      Elimina
  7. Ciao, personalmente i conigli li preferisco da vivi, ma per chi ama la buona cucina questa credo che questa ricetta sia strepitosa. Grazie per esser passata da me, a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fisia, grazie a te per il tuo contributo.

      Elimina
  8. buono il coniglio! a me piace tantissimo!

    RispondiElimina
  9. Credimi, vorrei diventare non vegana, ma quasi.
    Purtroppo non riesco a staccarmi dalla carne. E comunque non cucino mai coniglio, mai neanche acquistato in vita mia, perchè non so cucinare, figuriamoci il coniglio!
    Invidio tutto quello che fate e come vi arrangiate a preparare pietanze, magari con quello che avete a disposizione. Io anche avendo tutti gli ingredienti possibili, non ho proprio passione per la cucina...
    Purtroppo adoro mangiare, quello si.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Barbara, qualche chef famoso dice che si comincia dall'amore per il cibo in generale, anche solo "mangiato" e preparato da altri...quindi direi che sei già avanti ;-)

      Elimina
  10. E' giustissimo il tuo modo di pensare e di mangiare e ne sto facendo tesero da poco, purtroppo a noi, in famiglia la carne piace moltissimo ma solo quella della quale siamo sicuro, proveniente da allevamenti della zona o da persone che si conoscono bene e per me è una fortuna....vado matta per il coniglio, ricetta buonissima! a presto
    Maddalena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mille cara Maddalena, un bacione.

      Elimina
  11. che ricetta sfiziosa, mi hai ricordato che è tanto che non faccio le patate al forno!!!!
    Barbara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Barbara!!!Grazie!!! Se non hai il coniglio o altra carne in casa, anche solo le patate così ti risolvono la cena velocemente e sono molto gustose :-))))

      Elimina
  12. E se ci mettessi il pollo al posto del coniglio????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. certo Cri, i pezzi di pollo sono molto simili, anche io lo faccio spesso. Fammi sapere. Bacione

      Elimina
  13. devo provare è una variante molto appetitosa

    RispondiElimina
  14. Questa ricetta è perfetta per me. La sera non so mai cosa fare e alla fine preparo sempre le stesse cose. La proverò ! Un caro saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mille ^_^ sono contenta ti sia piaciuta. A presto.

      Elimina

Grazie mille per la Tua visita su Matrimonio in Cucina.
Sarò felice di rispondere a commenti, curiosità, domande o semplicemente ai Vostri saluti ^__^